Offside Sports Pub: il tempio dello Sport a Milano

Offside Sports Pub è il tempio dello Sport e della Birra a Milano. Abbiamo intervistato Maurizio, gestore del locale, per conoscere la sua storia e la sua passione per questi due mondi che lo hanno portato a creare un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli appassionati del settore.

Come ti sei avvicinato al mondo della Birra?

Il primo passo verso la birra è stato fatto come cliente, ormai più di 20 anni fa: ero in prima liceo e i miei genitori mi permettevano di uscire il sabato sera con alcuni miei compagni, con coprifuoco alle 23 e 10mila lire in tasca, che bastavano per una birra media e una piccola… inutile dire che all’epoca le leggi erano differenti e anche a 14/15 anni nei locali ti servivano alcolici. Però la mia passione è nata proprio così!

Come è nato Offside?

Uscivo da una precedente esperienza di quasi 5 anni, sempre in un pub con connotazione sportiva, ma con due soci. Diciamo che si è presentata l’occasione  di intraprendere la stessa attività, ma senza soci, per cui ho seguito il vecchio adagio “meglio soli che male accompagnati”. Credo che, personalmente, si sia rivelata una scelta vincente: i miei dipendenti sono seri, motivati e cerco di coinvolgerli nelle scelte, ragione per cui valgono più di 1000 soci!

Birra e sport: binomio perfetto?

Sì, decisamente! Credo che lo sport sia nato per unire le passioni e per condividere momenti di gioia e spensieratezza, inutile dire che l’alchimia perfetta si ottiene aggiungendo sempre un po’ di birra, che contribuisce a scaldare i cuori e ad aumentare la convivialità.

Cosa caratterizza Offside?

In una parola, l’atmosfera: molti clienti ci dicono che quando entrano all’Offside si dimenticano di essere a Milano, immersi in un ambiente internazionale e allo stesso tempo famigliare. Insomma, siamo una seconda casa sia per chi vive a 100 metri  dal pub sia per chi viene dall’altra parte del globo.

Qual è il segreto del successo di Offside?

Credo che il connubio birra e sport sia assolutamente importante, ma il segreto del nostro successo sono senz’altro le persone che ci lavorano, perché siamo appassionati ed inclusivi, oltre a un nutrito gruppo di clientela abituale, che di fatto ci rende un pub “ben frequentato” e ci qualifica come locale.